Chi Siamo

La nostra attività è nata nei primi anni Sessanta del Novecento, su iniziativa di Giovanni Battista Achenza (16/03/1924—11/08/2011), allora giovane artigiano indipendente appassionato della ricerca dell’acqua nel sottosuolo, in una zona della Sardegna, la Valle del Coghinas, che risentiva di forti criticità nella regimentazione e gestione delle acque superficiali. Allora i pozzi si scavavano con mezzi manuali e con grande fatica, ma a compensare gli sforzi di nostro padre era la grande passione e la gratitudine dei residenti per la soddisfazione di un bisogno primario.

Nasce così una attività imprenditoriale che richiede nuove forze, mezzi e organizzazione e che negli anni successivi vede l’ingresso graduale in azienda dei figli del titolare, ampliando man mano i settori di intervento e maturando nuove e aggiornate visioni aziendali.

Al principio degli anni 80, quando l’azienda si è ormai ben affermata con il logo “ACHENZA TRIVELLAZIONI”, nuovi investimenti portano all’acquisto di macchine idrauliche caratterizzate da procedure di lavorazione innovative, capaci di abbreviare notevolmente i tempi di realizzazione di un pozzo e di raggiungere profondità più elevate per intercettare acquiferi con maggiori portate. L’attività cresce in modo esponenziale e l’azienda evolve da semplice ditta artigiana ad impresa attrezzata ed organizzata, affermandosi come la più conosciuta nel settore.

Gli anni 90 portano ad ulteriori aggiornamenti nell’ organizzazione e programmazione, uniti a nuovi investimenti per l’acquisto di macchine sempre più al passo con i tempi, a fronte di una vera esplosione nella richiesta di prestazioni. La determinazione a mantenere il primato raggiunto nel settore stimola ad aggiornare l’azienda affinando la mentalità dei suoi componenti.

All’’inizio del nuovo millennio l’azienda intraprende una ulteriore trasformazione nella ragione sociale cambiando nome e logo, senza peraltro rinunciare all’identificazione storica con il fondatore, per adottare un brand che ne esalti la posizione raggiunta. Nasce ACQUANOSTRA S.A.S, logo che risponde all’intento di chiarire pubblicamente come l’individualismo del nome di famiglia abbia lasciato spazio ad una collegialità nell’esercizio della azienda.

Oggi Acquanostra è un’azienda molto conosciuta ed apprezzata nel settore delle trivellazioni. Sebastiano, Roberto e Carlo Achenza formano insieme un gruppo gestionale altamente qualificato. Oggi il fondatore della ditta non è più tra noi, ma gli eredi continuano ad essere animati dalla stessa passione che ha contraddistinto lo spirito del loro padre

Il Nostro Team

Giovanni Battista Achenza

Giovanni Battista Achenza

Fondatore (16/03/1924—11/08/2011)

Inizia ad interessarsi di perforazioni negli anni 50, durante la costruzione della diga sul Coghinas. Successivamente acquisisce notevole pratica nell’utilizzo della dinamite a controllo elettrico distinguendosi nel settore per la sua grande abilità e senso pratico. Da autodidatta studierà i principi teorici e gli utilizzi pratici della dinamite e dei suoi componenti. Al principio degli anni 60 intraprende l’attività di costruzione pozzi in un territorio fertile, vocato naturalmente alla produzione di ortaggi, ma scarsamente alimentato in termini di risorse idriche, nonostante la costruzione della diga, contemplasse fra l’altro, l’irrigazione della bassa valle del Coghinas. Trasferitosi a Sassari con la famiglia intorno al 1968 interrompe l’attività di costruzione pozzi tra il 1970 ed il 1972 per lavorare con l’amministrazione americana nella costruzione della base Nato di Santo Stefano prospiciente l’isola della Maddalena. Lavorare a fianco di abilissimi specialisti nell’utilizzo della dinamite, perfezionare le tecniche di utilizzazione degli esplosivi unitamente a quelle di perforazione, gli consente di portare a termine lavori altamente qualificati, come la costruzione sotto il mare di passaggi e gallerie per l’alloggio di sottomarini da guerra. Una volta divenuto esperto nell’utilizzo della dinamite gli si offrì l’opportunità di dimostrare e affinare le competenze raggiunte in nazioni come la Germania e la Norvegia, nelle quali avrebbe potuto stabilirsi con sicura gratificazione economica e personale. Tuttavia da spirito libero preferì tornare in Sardegna e riappropriarsi dell’attività originaria, temporaneamente messa da parte. Quanto appreso in materia di esplosivi gli sarà comunque molto utile In seguito in importanti opere di sbancamento di edilizia civile, quando, a partire dal 1972, con l’inizio dell’espansione edilizia e infrastrutturale, sia all’interno che lungo le coste della Sardegna, l’azienda aggiunge al settore trivellazione pozzi la divisione sbancamenti stradali. Al principio degli anni 80 con i nuovi investimenti in macchine di perforazione più sofisticate, il settore degli sbancamenti stradali fu tralasciato per fronteggiare l’esplosione della richiesta dei pozzi per Acqua. Dalla metà degli anni 80, Giovanni Battista delega la gestione dell’azienda e lo sviluppo degli affari ai figli, i quali si alternano nella conduzione dei vari settori.

Roberto Achenza

Roberto Achenza

Responsabile Commerciale

Classe 1962, Roberto è il direttore commerciale dell’azienda, ed è responsabile dello sviluppo del business della società. Ha più di 20 anni di esperienza pratica nel settore, avendo portato a termine un numero importante di trivellazioni. E’ responsabile delle fasi successive alla perforazione ed ha una specifica competenza nei rivestimenti in pvc. Le conoscenze maturate in questa specialità gli derivano dalla frequentazione di corsi specifici svolti nelle aziende del settore e dalle applicazioni sviluppate direttamente nelle fasi di rivestimento dei pozzi. Insieme a Sebastiano stabilisce le linee guida nel dimensionamento degli impianti di sollevamento acqua e della posa dei materiali. Prima di essere coinvolto direttamente nelle attività di Acquanostra, Roberto ha maturato un’esperienza nel campo commerciale e della comunicazione, nel mondo della media impresa, nel settore siderurgico e successivamente nel campo dell’edilizia. Da quando Roberto è entrato nella gestione commerciale della società ha contribuito sensibilmente allo sviluppo dell’azienda, ora una delle meglio organizzate ed attrezzate nel campo delle trivellazioni. Si è impegnato notevolmente nell’espandere gli affari della società nel settore pubblico. Coadiuvato da professionisti e tecnici della geologia ha sviluppato progetti per il miglioramento delle riserve idriche a disposizione di vari comuni. E’, inoltre, il responsabile della sicurezza della società, avendo conseguito tutte le attestazioni attraverso i programmi di attuazione delle misure di prevenzione e protezione dei rischi.vari settori.

Carlo Achenza

Carlo Achenza

Responsabile Perforazioni

Classe 1966, è il più giovane dei fratelli del team e si occupa principalmente della perforazione.  E’ abilitato all’uso di mezzi meccanici ed automezzi avendo conseguito le necessarie abilitazioni e patenti secondo le leggi in vigore. Ha maturato un numero impressionante di ore a bordo di macchine di perforazione affrontando le condizioni più impegnative che le varietà geologica della Sardegna presenta nelle sue particolarità territoriali. E’ responsabile aziendale nelle trivellazioni pertinenti all’ingegneria civile, come i sondaggi, i carotaggi ed i micropali. Attualmente sta sviluppando il settore della perforazione che riguarda la Protezione Catodica e quello del Biogas. Formatosi soprattutto nella trivellazione dei pozzi ad uso domestico, ha realizzato un numero considerevole di opere portando a termine i lavori in tempi da record, dal nord al sud della Sardegna. Sul lavoro è uno stakanovista e il suo aspetto serioso tradisce una smisurata passione per il suo mestiere, garanzia di prestazioni sempre sicure, rapide ed efficaci per la completa soddisfazione dei committenti.

Enrico Achenza

Enrico Achenza

Responsabile Ambientale

Classe 1992, figlio di Roberto, è il nuovo membro del team di gestione dell’azienda. Ha conseguito la laurea  in pianificazione urbanistica presso la facoltà di architettura ad Alghero, tiene il passo con gli studi ma dedica anche molto tempo al lavoro, coadiuvato dal team aziendale. Sta maturando esperienza nella gestione dei contratti ed insieme al padre sta sviluppando idee e progetti nell’ambito di un programma per le risorse idriche individuali riferite al settore pubblico. Da pianificatore Enrico sarà responsabile dell’azienda in materia di impatto ambientale. Il suo ruolo sarà quello di garantire all’azienda la crescita e lo sviluppo degli affari nel pieno rispetto dei criteri per la salvaguardia del sottosuolo e del bene prezioso che custodisce: l’acqua. Altro suo compito sarà quello di creare all’interno dell’azienda un ambiente lavorativo stimolante e gratificante per i dipendenti, nel coinvolgimento di tutto il personale verso il raggiungimento di traguardi sempre più importanti. Fra le sue passioni la fotografia ed il calcio, sport praticato da ragazzo al livello dilettantistico con buoni risultati, ma abbandonato per gli impegni scolastici e poi lavorativi.